LO SPERMA DELLA LUNA

scalzo sulla bocca
i calcagni squarciano le labbra
e la luna mi eiacula in gola

dalla nuca mi morde il tempo
piango d’ebbrezza argentata
scalzo sulla bocca

e non distinguo più il pensiero dal petto
qui e ora
scalzo nella notte eterna

André Che Isse

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...