ISSE

sono l’angelo che cammina sulla luna
la bocca dell’universo che mi scia il dorso

sono tutti gli uomini scalzi su dio
sguardo eterno d’amore

il braccio dell’arciere nudo
e la freccia che divora l’orizzonte sul mare

sappiate di essere dèi quanto di nulla
calice di vetro soffiato attraverso millenni foriero d’ebbrezza

e se amerete il gomito della luna potrete danzare come dioniso
e quando la musica finisce rimangono le ali

sono come i ginocchi di dioniso
fragili d’uva ma della stessa materia delle stelle

André Che Isse

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...