Taccuino tersicoreo,foglio VI

SE PENSO DANZO

come è dolce distendere un braccio verso le stelle
così come appoggiare il dorso nel cuore

ho pianto guardando l’emozione danzarmi il gesto
e ricominciare l’universo con le braccia di baci

se potessi rovesciare la luna le toccherei il sesso dei sogni
mentre la bocca ti pettina la nuca

quando danzo un filodarianna tesse il sogno al cogito
e i ginocchi appoggiano il primo giorno del mondo

André Che Isse

André Che Isse
”Taccuino tersicoreo,foglio VI”
31.7.2015
luci e ripresa: Rosario Santimone
musica: Arvo Part ”Mozart-Adagio,for violin,cello & piano”