LE MACHINE EUDEMONICHE: 5^

André Che Isse

LE MACHINE EUDEMONICHE:

5^

“bisogna infilare i diti nel sole per conoscersi di stella!”

POLITTICO a 5:

La Curva Ebra dell’Haiku,

I.

studio ventesimo:
sedicesimo fiore d’erbario;

II.

studio diciottesimo:
quattordicesimo fiore d’erbario;

III.

studio sedicesimo:
dodicesimo fiore d’erbario;

IV.

studio diciassettesimo:
tredisesimo fiore d’erbario;

V.

studio diciannovesimo:
quindicesimo fiore d’erbario;

 

 

44,5 x 200 cm
(44,5×40 ciascheduno senza cornice)

tempera nera da muro su foglio A4 di carta velina invecchiata,
matita nera,nastro carta,vernice lucida finale,
giallo da vetro su misto cotone
(con cornici in legno indorate & fili elettrici a treccia in stoffa dorata)

gennaio 2020

OPERA RETROILLUMINATA

12 OTRI NELLE MIE TASCHE

stivato di pieghe barocche
stivato in curvatura leggiadra
stivato odoroso alle nari d’incensi
stivato amoroso al dorso lunare
stivato d’imperio poietico elisio
stivato dietro l’universo ebro
stivato di estasi scienti
stivato d’ali icarie ad arco d’ulisse
stivato in bracci danzanti a teurgia dionisiaca
stivato ai ginocchi sui meli vermigli
stivato d’ipseità aurata
stivato in mille curve d’eterno

André Che Isse